La mia bio breve

Enrico Alletto

Enrico Alletto

Lavoro in una multinazionale delle telecomunicazioni. Negli anni ho progettato e coordinato diverse iniziative pro bono con associazioni e pubbliche amministrazioni municipali, comunali e regionali sui temi della cittadinanza e dell’inclusione digitale. Ho contribuito ai tavoli dell’open government forum su temi come partecipazione, open data e cittadinanza digitale. Da gennaio 2018 sono Formatore iscritto al Registro Internazionale IET. Credo nel lavoro di squadra e faccio il tifo per una pubblica amministrazione più moderna e vicina ai cittadini! Non mi piacciono i toni aspri e le conversazioni online che non rispettano l’interlocutore.

Link Personali

Servizi Verificati

Visualizza Profilo Completo →

un blog su cittadinanza digitale, tecnologia e società connessa

Dal 2001 sono in Ericsson nella sede di Genova anche se non parlo praticamente mai pubblicamente del mio lavoro.

Penso valga comunque la pena dire che Open Genova è nata nel periodo in cui l’azienda per cui lavoro stava operando una forte politica di riduzione volontaria e molti miei colleghi presero un consistente incentivo economico per andarsene. In un momento psicologicamente difficile per molti ho scelto una strada diversa e ho fondato un associazione che si occupa di alfabetizzazione e cultura digitale. L’anno seguente le cose in azienda sono migliorate, ma Open Genova è rimasta ed è cresciuta.

Nel corso della mia carriera lavorativa in Ericsson (ex Marconi) ho cambiato almeno 3 o 4 volte attività e colleghi questo perchè nel mondo high tech stare al passo significa aggiornarsi ed adattarsi rapidamente a cambiamenti frequenti.

Ho alternato l’attività in team al tele lavoro in autonomia. La condivisione di competenze, molto richiesta in azienda, è una delle azioni di team che preferisco sia quando si tratta di curare personalmente una sessione, sia quando sono io l’utente da aggiornare. Dal 2016 lavoro in un team Agile, altri dettagli si possono trovare sul mio profilo LinkedIn.

Ci sono almeno tre cose che ho imparato più di altre in questi anni di Ericsson: il lavoro di squadra, molto presente in azienda; la capacità di adattamento, inevitabile nel nostro ambito; la “Diversity & Inclusion”, quest’ultima forse l’esperienza più apprezzabile a livello personale.

Il 2016 è stato l’anno credo più impegnativo dal punto di vista della “transformation” aziendale dovendo acquisire in corsa insieme al resto del team le competenze necessarie per far fronte alle nuove attività.

In alcune occasioni lavorare in una multi nazionale globale offre opportunità di crescita personale che difficilmente si potrebbero ottenere in altri contesti, i lati negativi comunque non mancano ma non penso sia opportuno raccontarli in un blog personale… torniamo a Linea di Confine!


×