La mia bio breve

Enrico Alletto

Enrico Alletto

Lavoro in una multinazionale delle telecomunicazioni. Negli anni ho progettato e coordinato diverse iniziative pro bono con associazioni e pubbliche amministrazioni municipali, comunali e regionali sui temi della cittadinanza e dell’inclusione digitale. Ho contribuito ai tavoli dell’open government italiano su temi come partecipazione, open data e cittadinanza digitale. Da gennaio 2018 sono Formatore iscritto al Registro Internazionale IET. Credo nel lavoro di squadra e faccio il tifo per una pubblica amministrazione più moderna e vicina ai cittadini! Non mi piacciono i toni aspri e le conversazioni online che non rispettano l’interlocutore.

Link Personali

Servizi Verificati

Visualizza Profilo Completo →

un blog su cittadinanza digitale, tecnologia e società connessa

Questo blog si chiama Linea di Confine perché rispecchia il mio approccio in bilico tra analogico e digitale. Il taglio che ho usato nel corso degli anni è mutato perché nel frattempo sono cambiato io (Enrico chi?) anche se resto convinto che capire ed utilizzare al meglio le tecnologie digitali non può che portare benefici nella vita quotidiana e nel lavoro oltre a dotarci di fondamentali strumenti culturali per difenderci dai risvolti negativi.

Sono sempre alla ricerca di argomenti per avvicinare chi vive il mondo delle tecnologie digitali con passione e professionalità a chi da questo mondo vuole rimanere distante per diverse ragioni. Ponti e non muri!

Da quando smartphone e tablet sono entrati in modo così rilevante nell’uso quotidiano il nome del blog ha rafforzato il suo significato originale. La linea di confine tra vita analogica e vita digitale si assottiglia sempre di più generando nuovi ed imprevisti scenari ancora tutti da esplorare.

Su Linea di confine scrivo dal 2007 anche delle mie esperienze digitali su partecipazione e collaborazione online oltre ad occuparmi di alfabetizzazione, cittadinanza e inclusione digitale, ogni tanto scrivo di open source e di tecnologia in generale. Nel 2010 divento papà ed aggiungo più di un motivo per continuare ad approfondire questi temi. Da genitore non posso non prestare attenzione ai cambiamenti intorno a me ed alle persone a cui tengo.

×